PARTE LA SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI

TERRA DELLE SIRENE, CON IL COMUNE DI MASSA LUBRENSE E L’AREA MARINA PROTETTA DI PUNTA CAMPANELLA UNITI PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI

Partiti gli appuntamenti organizzati all’interno della Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti

 

Per il terzo anno consecutivo Terra delle Sirene SPA organizza con il Comune di Massa Lubrense e con l’Area Marina Protetta di Punta Campanella, la Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti. La manifestazione nasce all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea con l’obiettivo primario di sensibilizzare le Istituzioni e tutti i consumatori circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea, che gli Stati membri devono perseguire, anche alla luce delle recenti disposizioni normative (direttiva quadro sui rifiuti, 2008/98/CE).

L’obiettivo della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso la promozione di azioni volte alla riduzione dei rifiuti rivolte sia alle istituzioni scolastiche che al grande pubblico.

Le azioni che verranno realizzate sono indirizzate sia alla comunità locale, con interventi previsti per incentivare il compostaggio domestico e la riduzione dei rifiuti in genere, che alla platea degli alunni delle scuole di Massa Lubrense, con il museo vivente delle vecchie tradizioni, con i laboratori sulle energie rinnovabili a partire dai rifiuti ed un laboratorio di riciclo creativo con la collaborazione del Centro Anziani.

Per tutti gli interessati è prevista la diffusione on-line dei materiali di comunicazione predisposti per la Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti sui siti istituzionali di Terra delle Sirene, del Comune di Massa Lubrense e dell'Area Marina Protetta Punta Campanella. Verrà infine presentato il piano comunale per la riduzione dei rifiuti (piano comunale “Buone Pratiche”) finalizzato al favorire una sempre maggiore crescita della consapevolezza e sensibilità della comunità locale sulle tematiche della raccolta, della riduzione, del recupero e del riuso dei rifiuti.

La partecipazione del Comune di Massa Lubrense a questa importante iniziativa - dichiara l’Arch. Giuseppe Ruocco Assessore all’Ecologia - intende comunicare un concetto semplicissimo e cioè che ridurre i rifiuti si può, soprattutto nel nostro Comune, dove i Cittadini, già maturi disponibili e attenti ai temi della raccolta differenziata, sono pronti anche a cimentarsi con le problematiche della riduzione dei rifiuti e del riciclo. Mi auspico la partecipazione di tanti ai diversi appuntamenti programmati e mi auguro anche che le tematiche della riduzione rifiuti entrino nella vita quotidiana di tutti i Massesi, soprattutto dei bambini e dei più giovani che saranno gli adulti di domani”.

Sulla stessa lunghezza d’onda l’Amministratore di Terra delle Sirene Rosario Apreda: “L’attenzione alla riduzione della produzione di rifiuti è ormai un vero e proprio passaggio obbligato. La raccolta differenziata introdotta nel nostro Comune di Massa Lubrense non moltissimi anni fa oggi, per quasi tutti i nostri concittadini, è divenuta normalissimo comportamento quotidiano. Oggi sarebbe impensabile, per esempio gettare la carta o il vetro insieme all’organico. Differenziare è diventato un gesto naturale in ogni casa di Massa Lubrense. Lo stesso processo mentale e culturale dovrà pian piano avvenire anche per la riduzione dei rifiuti”.

 

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

CLICCA QUI  per conoscere i dati della raccolta differenziata del Comune di Massa Lubrense e di tutti i Comuni della Provincia di Napoli e Salerno

MODULISTICA per conferire rifiuti differenziati al Centro di Raccolta  Comunale

Prenotazione telefonica ritiro materiali ingombranti

Telefonare il mercoledì dalle 9,00 alle 13,00

0818780630

NOTIZIE

Repubblica.it > Ambiente

M49, l'orso ancora in fuga. "Se catturato non può tornare in quella gabbia" (ven, 19 lug 2019)
L'esperto dell'Ispra Piero Genovesi, inviato a Trento dal ministero, racconta come è fuggito. "Non errori tecnici umani, ma un'evasione impensabile". Il ministro Costa "Non ammazzate Papillon"
>> leggi di più

Specie a rischio in aumento: 28mila minacciate, allarme estinzione per 6mila (Fri, 19 Jul 2019)
Secondo l'Unione internazionale per la Conservazione della Natura, che ha pubblicato la nuova 'lista rossa', sono 1500 in più rispetto all'anno scorso. "La natura sta declinando ad una velocità senza precedenti"
>> leggi di più

Francia: abbattuti 20 bisonti in fuga nell'Alta Savoia (Fri, 19 Jul 2019)
Falliti i tentativi di catturarli. La decisione per evitare che i turisti corressero pericoli: il bisonte europeo pesa tra i 300 e 600 kg
>> leggi di più

ReteAmbiente

Emissioni CO2 navi, ok da Governo a sanzioni per armatori (Fri, 19 Jul 2019)
Il Consiglio dei Ministri del 19 luglio 2019 ha licenziato in via definitiva lo schema di Dlgs che definisce le sanzioni per il mancato monitoraggio delle emissioni di CO2 del trasporto marittimo. Aggiornamento normativo - Cambiamenti climatici - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Fornitura arredi per interni, MinAmbiente aggiorna i "Cam" (Fri, 19 Jul 2019)
Il Ministero dell'ambiente ha aggiornato il 3 luglio 2019 i criteri ambientali minimi ("Cam") per gli appalti pubblici riguardanti le forniture e i noleggi di arredi per interni. Aggiornamento normativo - Appalti e acquisti verdi - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Rinnovabili

Burden Sharing: i dati rinnovabili nelle regioni italiane (Fri, 19 Jul 2019)
Il GSE pubblica il Rapporto di monitoraggio Fonti rinnovabili in Italia e nelle regioni. Nel 2017 la Lombardia si conferma il territorio con il più alto consumo di fer; alla Valle d’Aosta il primato in termini di percentuale verde sulla domanda The post Burden Sharing: i dati rinnovabili nelle regioni italiane appeared first on Rinnovabili. Related posts: Burden sharing: Valle d’Aosta, rinnovabili coprono il 74% dei consumi Burden sharing: 11 Regioni hanno superato l’obiettivo rinnovabili 2020 Da IRENA il nuovo Atlante eolico preciso al km
>> leggi di più

Economia circolare europea: 10mld di euro ai progetti più rivoluzionari (Fri, 19 Jul 2019)
Le banche e gli istituti nazionali di promozione più grandi dell'UE lanciano una nuova iniziativa finanziaria a sostengono della circular economy The post Economia circolare europea: 10mld di euro ai progetti più rivoluzionari appeared first on Rinnovabili. Related posts: Nasce la piattaforma per il finanziamento dell’economia circolare  Anche l’industria del rame abbraccia l’economia circolare L’Emilia-Romagna potenzia la rete dei Centri per il riuso
>> leggi di più

Notizie Area Ambiente e Territorio

La rucola è un toccasana per la salute: tutti i benefici in uno studio del CREA (Fri, 15 Jun 2018)
17 nutrienti essenziali fanno della rucola un functional food
>> leggi di più

Approvato l’uso d’emergenza della zoxamide su lattughe, rucola, baby leaf e spinacio (Thu, 07 Dec 2017)
Ministero della Salute: accolta la richiesta di Coldiretti sull’uso d’emergenza della sostanza attiva zoxamide
>> leggi di più

Il consumo di suolo costa 400 milioni all’agricoltura (Thu, 07 Dec 2017)
Coldiretti sul consumo di suolo: la produzione agricola perde 400 milioni di euro all’anno con pesanti effetti dal punto di vista economico, occupazionale, ma anche ambientale
>> leggi di più

Biologico, la Riforma Ue affonda il settore (Thu, 07 Dec 2017)
Via libera del Consiglio Ue all’accordo sulle nuove norme per l'agricoltura biologica: il compromesso raggiunto non soddisfa Coldiretti
>> leggi di più

Flop Ogm in Europa, solo due paesi li coltivano ancora (Thu, 07 Dec 2017)
Coldiretti su dati Infogm: in Europa sono rimasti solo due Paesi a seminare organismi geneticamente modificati. la superficie coltivata nel 2017 cala del 4,3 %
>> leggi di più