TERRA DELLE SIRENE SPA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI

Con la certezza che “ridurre si può”, il 16 novembre scorso Terra delle Sirene ha presentato al Comune di Massa Lubrense la proposta di un piano comunale per la riduzione dei rifiuti, denominato anche “piano delle buone pratiche”.

Lo strumento, previsto ed elaborato in concomitanza della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, contiene una serie di azioni da porre in essere per ridurre i rifiuti prodotti dai Cittadini di Massa Lubrense.

Il documento presentato da Terra delle Sirene nasce nella convinzione che il problema dei rifiuti deve essere affrontato, anche, in termini di riduzione degli stessi.

Dopo l’avvio della raccolta differenziata a Massa Lubrense, nell’aprile 2008, il sistema porta a porta vive oggi una fase di maturità: differenziare i propri rifiuti è diventato un gesto naturale in ogni casa di Massa Lubrense e in ogni realtà cittadina. Lo stesso processo mentale e culturale dovrà avvenire anche per la riduzione dei rifiuti, che diventa così un passaggio obbligato, anche per valutare un futuro abbattimento dei costi, oltre che per adeguarsi alle normative europee e nazionali.

Il piano parte dalla semplice considerazione che dopo gli anni del grande boom economico, del diffuso benessere e del consumismo esasperato, si renderà necessario ritornare ad alcune semplici abitudini che hanno accompagnato l’essere umano per secoli, gesti maggiormente consapevoli della necessità di rispettare e di salvaguardare l’ambiente in cui viviamo, comportamenti individuali che erano già dei nostri nonni.

È l’inizio di un percorso virtuoso – dichiara l’amministratore delegato di Terra delle Sirene Rosario Apreda - che porterà Massa Lubrense ad essere pioniera, oltre che nella raccolta differenziata, anche nella riduzione dei rifiuti. I Massesi sono maturi per la nuova proposta e così come oggi è impensabile per loro, per esempio, gettare la carta o il vetro insieme all’organico, domani sarà impensabile non usare borse di stoffa, comprare i detersivi alla spina o avere la compostiera nel proprio giardino”.

Dieci le azioni previste nel documento: si va dalla maggiore diffusione della pratica del compostaggio domestico allo sviluppo della vendita di prodotti alla spina, dagli incentivi al consumo dell’acqua di rubinetto e all’uso di pannolini lavabili, all’abbattimento del consumo di shoppers in plastica, dalla riduzione del consumo di carta negli uffici alle sagre con il marchio “eco-festa”, dallo stimolo alla riduzione dei rifiuti nelle mense scolastiche alla costituzione di un gruppo di eco-volontari. Unico, invece, l’obiettivo: ridurre i rifiuti prodotti a Massa Lubrense.

Le azioni suggerite hanno carattere generale e dovranno successivamente tradursi in specifiche progettazioni esecutive che potranno stabilire tempi, modi di attuazione e obiettivi di risultato attesi.

Scrivi commento

Commenti: 0

CLICCA QUI  per conoscere i dati della raccolta differenziata del Comune di Massa Lubrense e di tutti i Comuni della Provincia di Napoli e Salerno

MODULISTICA per conferire rifiuti differenziati al Centro di Raccolta  Comunale

Prenotazione telefonica ritiro materiali ingombranti

Telefonare il mercoledì dalle 9,00 alle 13,00

0818780630

NOTIZIE

Repubblica.it > Ambiente

Global strike: la protesta degli studenti nel mondo (ven, 24 mag 2019)
Milioni di giovani di nuovo in piazza per lo sciopero globale contro i cambiamenti climatici. Dalla Svezia, con Greta sempre in prima linea, fino alle piazze italiane
>> leggi di più

Clima, il nuovo grido di Fridays for future: "Si dichiari emergenza" (Fri, 24 May 2019)
Oggi milioni di studenti in piazza, dall'Australia all'Italia, per il secondo sciopero globale. Chiedono ancora una volta azioni contro il riscaldamento globale
>> leggi di più

Sicilia, quinto capodoglio morto. Gli esperti: "E' stata un'infezione" (Fri, 24 May 2019)
L’ultimo ritrovamento è avvenuto al largo di Stromboli. In due casi trovata plastica nello stomaco
>> leggi di più

ReteAmbiente

Umbria, specifiche per rilascio Provvedimento autorizzatorio unico regionale (Fri, 24 May 2019)
Approvati dalla Regione Umbria gli indirizzi operativi in materia di procedimento per il rilascio del Provvedimento autorizzatorio unico regionale (Paur) e per le verifiche di ottemperanza. Aggiornamento normativo - Via/Vas - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Umbria, rinnovata disciplina tecnica per scarichi acque reflue (Fri, 24 May 2019)
La Regione Umbria ha approvato la nuova direttiva tecnica che disciplina le autorizzazioni, i controlli  sugli scarichi domestici e non delle acque reflue, abrogando la Dgr 1024/2018. Aggiornamento normativo - Acque - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Rinnovabili

Le retine per la coltura delle cozze? Ora si riciclano (Fri, 24 May 2019)
Innovativo processo made in Italy per recuperare le cosiddette “calze” per miticoltura, troppo spesso presenti nelle spiagge italiane The post Le retine per la coltura delle cozze? Ora si riciclano appeared first on Rinnovabili. Related posts: Rifiuti alimentari: servono target europei vincolanti RAEE: pochissimi italiani conoscono l’Uno contro Zero I rifiuti delle fibre in carbonio rinascono nel calcestruzzo drenante
>> leggi di più

Addio agli incentivi cinesi per l’eolico onshore dal 2021 (Fri, 24 May 2019)
Il governo annuncia la data di interruzione del Feed-in-tariff per le wind far a terra. I nuovi progetti dovranno competere con i prezzi dell’elettricità fossile The post Addio agli incentivi cinesi per l’eolico onshore dal 2021 appeared first on Rinnovabili. Related posts: Cile: fotovoltaico ed eolico più convenienti delle fossili Come richiedere gli incentivi per le rinnovabili elettriche L’eolico offshore punta alla grid parity, inizia l’Era zero incentivi
>> leggi di più

Notizie Area Ambiente e Territorio

La rucola è un toccasana per la salute: tutti i benefici in uno studio del CREA (Fri, 15 Jun 2018)
17 nutrienti essenziali fanno della rucola un functional food
>> leggi di più

Approvato l’uso d’emergenza della zoxamide su lattughe, rucola, baby leaf e spinacio (Thu, 07 Dec 2017)
Ministero della Salute: accolta la richiesta di Coldiretti sull’uso d’emergenza della sostanza attiva zoxamide
>> leggi di più

Il consumo di suolo costa 400 milioni all’agricoltura (Thu, 07 Dec 2017)
Coldiretti sul consumo di suolo: la produzione agricola perde 400 milioni di euro all’anno con pesanti effetti dal punto di vista economico, occupazionale, ma anche ambientale
>> leggi di più

Biologico, la Riforma Ue affonda il settore (Thu, 07 Dec 2017)
Via libera del Consiglio Ue all’accordo sulle nuove norme per l'agricoltura biologica: il compromesso raggiunto non soddisfa Coldiretti
>> leggi di più

Flop Ogm in Europa, solo due paesi li coltivano ancora (Thu, 07 Dec 2017)
Coldiretti su dati Infogm: in Europa sono rimasti solo due Paesi a seminare organismi geneticamente modificati. la superficie coltivata nel 2017 cala del 4,3 %
>> leggi di più