comunicato stampa PULIAMO IL MONDO

 

PULIAMO IL MONDO... a partire da Massa Lubrense

28 e 29 settembre 2012

 

Il 28 e il 29 settembre si è svolta a Massa Lubrense la manifestazione Puliamo il Mondo. Centinaia di persone hanno partecipato alle giornate di sensibilizzazione promosse ogni anno da Legambiente che ha coinvolto, oltre alle scuole, anche numerose associazioni ed enti operanti sul territorio.

La manifestazione, patrocinata dal Comune di Massa Lubrense e voluta ed organizzata dalla Legambiente Penisola Sorrentina e da Terra della Sirene Spa, ha visto la partecipazione e collaborazione delle scuole del plesso “Pulcarelli-Bozzaotra”, dell’ AMP Punta Campanella, della Cooperativa sociale La Coccinella arl, dell’Associazione Oasi Monte di Torca, della Pro Loco Due Golfi, del Forum dei Giovani di Massa Lubrense, l’assessore all’ecologia Giuseppe Ruocco, al Turismo Donato Iaccarino, al Bilancio Lello Staiano, ed il Consigliere Delegato di Terra delle Sirene S.p.A. Giovanni Pontecorvo.

Il giorno 28 settembre protagoniste dell’evento sono state le scuole. Circa duecento bambini, le terze della scuola elementare, le prime della scuola media ed i bambini di quattro anni della scuola materna, armati di guanti e sacchi e grande entusiasmo hanno iniziato l’impegnativa pulizia di Via Canale. I bambini della scuola elementare e materna di Torca sono stati impegnati, invece, nella pulizia dei giardinetti pubblici adiacenti la piazza della piccola frazione

Il giorno 29 gruppi di volontari appartenenti ad ogni fascia di età, gli operatori del settore e rappresentanti delle varie associazioni hanno concluso la pulizia di Via Canale e del torrente di Canale.

Il sito di Via Canale è un’antica strada che si trova a S. Agata Sui Due Golfi, frazione di Massa Lubrense. Tale strada conduce ad una sorgente che alimenta degli antichi lavatoi pubblici e costeggia un torrente che attraversa gran parte del Comune. L’ area versava in un profondo stato di degrado, vi erano rifiuti abbandonati lungo la strada e lungo i bordi e nell’alveo del torrente. Sono stati rimossi, differenziati e avviati al recupero diversi quintali di rifiuti raccolti soprattutto dall’alveo del torrente. Con sorpresa i volontari hanno rilevato che nel piccolo torrente erano presenti numerose rane, segno che nonostante il degrado è ancora possibile ristabilire un equilibrio naturale in questo luogo.

A tal proposito il responsabile di Legambiente Penisola Sorrentina, Ignazio Esposito afferma:”ho chiesto agli Assessori e consiglieri che hanno partecipato all’evento un preciso impegno a far rispettare i divieti di abbandono dei rifiuti ed eliminare gli scarichi abusivi dal torrente. Molti cittadini certamente si saranno resi conto che ciò, oltre ad alterare gli equilibri dell’ecosistema, danneggia la qualità dei prodotti agricoli e, quindi, provoca danni alla qualità della vita della popolazione, tenuto conto che per molti orti e aie, di questo splendido luogo viene utilizzata l’acqua del torrente”. La coordinatrice della manifestazione Romina Amitrano, di Legambiente, dichiara” …La nostra associazione monitorerà questo luogo e chiederà alle scuole di farlo in modo congiunto, verificherà, inoltre, gli impegni degli amministratori che si sono dimostrati molto sensibili al problema”.

Siamo riusciti - dichiara Rosario Apreda amministratore delegato di Terra delle Sirene - nell'intento di avvicinare la Collettività  a coloro che operano quotidianamente per la pulizia e il decora del territorio, sensibilizzando tutti, per primi bambini e ragazzi, ad un rapporto nuovo e diverso con l'ambiente in cui viviamo. Registro con soddisfazione - continua R. Apreda - la grande sinergia e il clima di collaborazione tra la Società , gli enti, le associazioni e tutti i semplici Cittadini che hanno collaborato”.

L’Assessore Giuseppe Ruocco esprime il compiacimento per la buona riuscita della manifestazione ed afferma: “ripeteremo tali attività in altri luoghi del nostro territorio, penso alla pineta di Termini, al Monte San Costanzo, lo scopo non è unicamente di ripulire i “luoghi” ma di stimolare, soprattutto i giovani, sulle tematiche ecologiche e di sostenibilità ambientale”.

Scrivi commento

Commenti: 0

CLICCA QUI  per conoscere i dati della raccolta differenziata del Comune di Massa Lubrense e di tutti i Comuni della Provincia di Napoli e Salerno

MODULISTICA per conferire rifiuti differenziati al Centro di Raccolta  Comunale

Prenotazione telefonica ritiro materiali ingombranti

Telefonare il mercoledì dalle 9,00 alle 13,00

0818780630

NOTIZIE

Repubblica.it > Ambiente

"Quanta natura abbiamo distrutto in 10 anni", #10yearschallenge guarda all'ambiente (ven, 18 gen 2019)
La versione ambientalista del gioco social che mette a confronto le immagini 2009-2019. Per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'emergenza dei cambiamenti climatici
>> leggi di più

Caffè, il 60% delle specie selvatiche rischia di scomparire (Fri, 18 Jan 2019)
L'allarme dei ricercatori britannici che hanno firmato lo studio: "A lungo termine, avremo bisogno di ricorrere a specie selvatiche per salvaguardare il futuro della coltivazione del caffè nel mondo"
>> leggi di più

Una tenda fissata nell'acqua salva il fiume dalla plastica (Fri, 18 Jan 2019)
Due giovani ingegneri hanno fondato una sturtup da cui è nata Seads, il sistema che blocca i detriti. "Puliremo i dieci corsi più inquinati del mondo"
>> leggi di più

ReteAmbiente

Proposta direttiva plastica monouso, raggiunto accordo Ue (Fri, 18 Jan 2019)
Le Istituzioni europee hanno raggiunto il 18 gennaio 2019 l'accordo sulla proposta di direttiva per la riduzione della plastica monouso, dal 2025 bottiglie in Pet col 25% di plastica riciclata. Aggiornamento normativo - Rifiuti - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Emas, approvate "buone pratiche ambientali" per auto, Aee e P.A. (Fri, 18 Jan 2019)
Sono state approvate dalla Commissione Ue il 19 dicembre 2018 le "buone pratiche ambientali" ai fini Emas per il settore auto, le apparecchiature elettriche ed elettroniche (Aee) e la Pubblica Amministrazione. Aggiornamento normativo - Qualità - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Rinnovabili

Filtri per l’acqua: i batteri che uccidono i batteri (ven, 18 gen 2019)
Messa a punto dalla Washington University di St. Louis una membrana costruita da batteri “traditori” che, insieme al grafene, neutralizza i batteri che si accumulano sulla superficie dei filtri per l’acqua The post Filtri per l’acqua: i batteri che uccidono i batteri appeared first on Rinnovabili. Related posts: Siccità: 7 zone del mondo rischiano il collasso Nanopori, il segreto per una desalinizzazione efficiente Acqua potabile dal mare con il filtro a base di ossido di grafene
>> leggi di più

Print Your City, l’arredo urbano dai rifiuti di plastica (Fri, 18 Jan 2019)
Il progetto, nato dalla collaborazione tra uno studio olandese e Coca Cola, ha portato alla realizzazione di un laboratorio in Grecia che trasforma i rifiuti di plastica in complementi d’arredo stampato in 3D The post Print Your City, l’arredo urbano dai rifiuti di plastica appeared first on Rinnovabili. Related posts: Ecodesign: Pentatonic trasforma i rifiuti in arredamento The House of Trash: dove i rifiuti trasformati diventano arredamento Riciclo della carta: dai vecchi giornali nascono panchine e mattoni
>> leggi di più

Notizie Area Ambiente e Territorio

La rucola è un toccasana per la salute: tutti i benefici in uno studio del CREA (Mon, 18 Dec 2017)
17 nutrienti essenziali fanno della rucola un functional food
>> leggi di più

Approvato l’uso d’emergenza della zoxamide su lattughe, rucola, baby leaf e spinacio (Thu, 07 Dec 2017)
Ministero della Salute: accolta la richiesta di Coldiretti sull’uso d’emergenza della sostanza attiva zoxamide
>> leggi di più

Il consumo di suolo costa 400 milioni all’agricoltura (Thu, 07 Dec 2017)
Coldiretti sul consumo di suolo: la produzione agricola perde 400 milioni di euro all’anno con pesanti effetti dal punto di vista economico, occupazionale, ma anche ambientale
>> leggi di più

Biologico, la Riforma Ue affonda il settore (Thu, 07 Dec 2017)
Via libera del Consiglio Ue all’accordo sulle nuove norme per l'agricoltura biologica: il compromesso raggiunto non soddisfa Coldiretti
>> leggi di più

Flop Ogm in Europa, solo due paesi li coltivano ancora (Thu, 07 Dec 2017)
Coldiretti su dati Infogm: in Europa sono rimasti solo due Paesi a seminare organismi geneticamente modificati. la superficie coltivata nel 2017 cala del 4,3 %
>> leggi di più