Raccolta oli esausti: un bilancio positivo

Raccolta oli esausti: grande successo di partecipazione e raccolti circa 2.000 litri

 

Grande partecipazione della Cittadinanza ai due appuntamenti per la raccolta degli oli alimentari esausti del 27 e 29 agosto scorsi, a dimostrazione della ormai maturata sensibilità dei cittadini massesi verso la problematica del necessario recupero degli oli usati.

Nei due appuntamenti, frutto della collaborazione tra Terra delle Sirene, l’Area Marina Protetta di Punta Campanella, il Comune di Massa Lubrense e Papaecologia, con l'amichevole aiuto della ProLoco Due Golfi, sono stati raccolti circa 2.000 litri di olio alimentare usato che non sono finiti nelle fognature ed in mare. Fa ancora più effetto pensare che, in sei anni, dal 2006, i Cittadini di Massa Lubrense sono riusciti ad avviare al recupero oltre 35.000 litri di olio esausto, corrispondente a quasi quattro camion cisterna di media grandezza.

È sempre più chiaro che, se disperso nell’ambiente, l’olio causa danni ambientali ed economici: nel suolo impedisce all’acqua di raggiungere le radici delle piante, in falda può raggiungere i pozzi d’acqua potabile, su uno specchio d’acquasuperficiale impedisce l’ossigenazione della flora e della fauna, nel mare, impedisce la penetrazione dei raggi solari in profondità, mentre nelle fogne pregiudica il buonfunzionamento degli impianti di depurazione.

 

Clicca su "leggi di più" vedere le foto della manifestazione

 

Scrivi commento

Commenti: 0

CLICCA QUI  per conoscere i dati della raccolta differenziata del Comune di Massa Lubrense e di tutti i Comuni della Provincia di Napoli e Salerno

MODULISTICA per conferire rifiuti differenziati al Centro di Raccolta  Comunale

Prenotazione telefonica ritiro materiali ingombranti

Telefonare il mercoledì dalle 9,00 alle 13,00

0818780630

NOTIZIE

Repubblica.it > Ambiente

Garigliano: dall'ex centrale nucleare recuperati ferro, rame e plastica (mar, 20 nov 2018)
Operazione di economia circolare nell'impianto nucleare fermo dal 1982. "Anche nel decommissioning smantelliamo e ricicliamo"
>> leggi di più

Tutta la tenerezza delle orche assassine (Tue, 20 Nov 2018)
A dispetto del nome, sono animali estremamente socievoli, giocosi e protettivi. Mostrando personalità simili a quelle di scimpanzé ed essere umani, con cui condividono una complessa vita sociale
>> leggi di più

Indonesia, trovato capodoglio morto con 6 kg di plastica nello stomaco (Tue, 20 Nov 2018)
Da centinaia di bicchieri monouso a infradito e sacchetti. Le foto strazianti lanciano l'ennesimo allarme. Il governo: "Ridurremo l'inquinamento da plastica"
>> leggi di più

ReteAmbiente

Lombardia, individuate zone vietate a uso agronomico fanghi (Tue, 20 Nov 2018)
La Regione Lombardia ha provveduto a identificare i Comuni dove è vietato nell'anno campagna 2018-2019 l'impiego per uso agronomico dei fanghi di depurazione. Aggiornamento normativo - Rifiuti - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Qualità acque, istruzioni per Appennino meridionale (Tue, 20 Nov 2018)
La Conferenza permanente dell'Autorità di bacino distrettuale dell'Appennino meridionale ha adottato due direttive per il raggiungimento e/o mantenimento degli obiettivi ambientali dei Piani di gestione delle acque. Aggiornamento normativo - Acque - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Rinnovabili

Riciclo plastica, come colmare il divario tra offerta e domanda? (mar, 20 nov 2018)
La Commissione europea pubblica la prima  valutazione preliminare su gli impegni volontari ricevuti dal settore. Timmermans: “Ora analizzeremo i prossimi passi per aumentare l'uso di plastica riciclata” The post Riciclo plastica, come colmare il divario tra offerta e domanda? appeared first on Rinnovabili. Related posts: Riciclaggio della plastica, quali sono i maggiori ostacoli? Incentivi al riciclo della plastica, possono aiutare l’Italia? L’Italia del Riciclo cresce e rafforza la green economy
>> leggi di più

Foreste italiane, “serve una strategia condivisa” (Tue, 20 Nov 2018)
Il forum “La bio-economia delle foreste” dà il via alle iniziative promosse oggi e domani da Legambiente in occasione della Festa dell’Albero, che si chiuderanno con la seconda edizione del premio “Comunità Forestali Sostenibili” The post Foreste italiane, “serve una strategia condivisa” appeared first on Rinnovabili. Related posts: OGM: decidono i singoli Stati, ridono le multinazionali Consumo di suolo: quello che la Puglia sta perdendo Dissesto idrogeologico in Italia: l’ecosistema è a rischio
>> leggi di più

Notizie Area Ambiente e Territorio

La rucola è un toccasana per la salute: tutti i benefici in uno studio del CREA (Mon, 18 Dec 2017)
17 nutrienti essenziali fanno della rucola un functional food
>> leggi di più

Approvato l’uso d’emergenza della zoxamide su lattughe, rucola, baby leaf e spinacio (Thu, 07 Dec 2017)
Ministero della Salute: accolta la richiesta di Coldiretti sull’uso d’emergenza della sostanza attiva zoxamide
>> leggi di più

Il consumo di suolo costa 400 milioni all’agricoltura (Thu, 07 Dec 2017)
Coldiretti sul consumo di suolo: la produzione agricola perde 400 milioni di euro all’anno con pesanti effetti dal punto di vista economico, occupazionale, ma anche ambientale
>> leggi di più

Biologico, la Riforma Ue affonda il settore (Thu, 07 Dec 2017)
Via libera del Consiglio Ue all’accordo sulle nuove norme per l'agricoltura biologica: il compromesso raggiunto non soddisfa Coldiretti
>> leggi di più

Flop Ogm in Europa, solo due paesi li coltivano ancora (Thu, 07 Dec 2017)
Coldiretti su dati Infogm: in Europa sono rimasti solo due Paesi a seminare organismi geneticamente modificati. la superficie coltivata nel 2017 cala del 4,3 %
>> leggi di più