Massa Lubrense: le nuove date per la raccolta degli oli esausti

Lunedì 27   e mercoledì 29 agosto 2012 i cittadini massesi potranno recarsi nelle piazze di Massa centro e Sant'Agata per lo smaltimento dell'olio esausto


Due nuove giornate a Massa Lubrense dedicate alla raccolta e allo smaltimento dell’olio vegetale esausto. Il progetto, frutto della collaborazione tra Terra delle Sirene, l’Area Marina Protetta di Punta Campanella, il Comune di Massa Lubrense e Papaecologia, ha consentito, sino ad ora, di smaltire molte tonnellate di olio esausto che altrimenti sarebbe finito in mare causando gravi danni all’ambiente. Nei prossimi giorni i cittadini di Massa potranno, dunque, recarsi nelle due principali piazze del paese, in Largo Vescovado a Massa Centro (lunedì 27 agosto) e in piazza a Sant’Agata sui due golfi (mercoledì 29 agosto) dalle 9,30 alle 13,00 per svuotare l’olio contenuto nelle taniche in un apposito contenitore mobile fornito dalla ditta Papaecologia.

L’olio sarà poi smaltito e riciclato, evitando qualsiasi danno per l’ambiente e il mare. Nel 2011 sono stati recuperati circa 7000 litri e il comune di Massa Lubrense ha ricevuto una menzione speciale da Legambiente per la raccolta degli oli alimentari esausti.

 

Calendario raccolta oli esausti agosto 2012
manifesto calendario olii esausti agosto
File Tagged Image 38.4 KB

Scrivi commento

Commenti: 0

CLICCA QUI  per conoscere i dati della raccolta differenziata del Comune di Massa Lubrense e di tutti i Comuni della Provincia di Napoli e Salerno

MODULISTICA per conferire rifiuti differenziati al Centro di Raccolta  Comunale

Prenotazione telefonica ritiro materiali ingombranti

Telefonare il mercoledì dalle 9,00 alle 13,00

0818780630

NOTIZIE

Repubblica.it > Green and blue

Youth4Climate e le note di Giovanni Allevi per i giovani: "Tomorrow" (ven, 08 dic 2023)
Dall'incontro con Papa Francesco alla notte del Colosseo con Giovanni Allevi, tre anni di incontri, progetti e dibattiti per promuovere il ruolo decisivo delle nuove generazioni
>> leggi di più

Cop28, Johan Rockström: "È l'ultima finestra per iniziare ad abbandonare le fonti fossili" (Thu, 07 Dec 2023)
Lo scienziato svedese a Dubai con gli attivisti di Friday For Future: "Dobbiamo varare un piano per tagliare le emissioni di CO 2 del 6-7% l'anno e ridurle della metà entro il 2030"
>> leggi di più

Cop28, l'Italia bocciata in clima: scende al 44° posto nella classifica di Legambiente-Germanwatch (Fri, 08 Dec 2023)
Nessuna nazione ha raggiunto la performance necessaria per contribuire a fronteggiare l'emergenza climatica e contenere il surriscaldamento del pianeta entro la soglia critica di 1.5°C
>> leggi di più

ReteAmbiente

Industrie insalubri, autorizzazioni sotto esame del Sindaco (Thu, 07 Dec 2023)
In caso di situazioni connesse alla tutela della salute pubblica il Sindaco può chiedere modifiche o riesame delle autorizzazioni ambientali rilasciate a un'industria insalubre ma non può bloccarne il rilascio. Aggiornamento normativo - Via (Pua-Paur) / Vas - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Ddl "Delegazione Ue", in pista recepimento Rendicontazione di sostenibilità (Esg) (Thu, 07 Dec 2023)
All'esame della Camera il disegno di legge che delega il Governo al recepimento della direttiva 2022/2464/Ue (cd. "direttiva Csrd") sui nuovi obblighi delle imprese in materia di rendicontazione societaria di sostenibilità. Aggiornamento normativo - Economia sostenibile/circolare - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Rinnovabili.it

Carne coltivata: di cosa si tratta realmente e perché il governo italiano ha scelto di vietarla (ven, 08 dic 2023)
Esistono dei pro e dei contro, così come ancora alcuni aspetti controversi su cui la comunità scientifica si sta interrogando The post Carne coltivata: di cosa si tratta realmente e perché il governo italiano ha scelto di vietarla appeared first on Rinnovabili.it.
>> leggi di più

Nel 2024 per le costruzioni atteso un calo del -8,6%: è l’effetto stop al superbonus (Thu, 07 Dec 2023)
Presentato a Milano il 35° Rapporto congiunturale CRESME sul settore delle costruzioni che mostra una caduta pesante degli investimenti a partire dal prossimo anno The post Nel 2024 per le costruzioni atteso un calo del -8,6%: è l’effetto stop al superbonus appeared first on Rinnovabili.it.
>> leggi di più