Massa Lubrense: le nuove date per la raccolta degli oli alimentari esausti

Sabato 14 e domenica 15 maggio 2011 i cittadini potranno recarsi nelle piazze di Sant'Agata e di Massa centro per lo smaltimento dell'olio

 

Due nuove giornate a Massa Lubrense dedicate alla raccolta e allo smaltimento dell’olio vegetale esausto. Il progetto, frutto della collaborazione tra Terra delle Sirene, l’Area Marina Protetta di Punta Campanella, il Comune di Massa Lubrense, Gori, Biosphera e Papaecologia, ha consentito, sino ad ora, di smaltire molte tonnellate di olio esausto che altrimenti sarebbe finito in mare causando gravi danni all’ambiente.Nei prossimi giorni i cittadini di Massa potranno, dunque, recarsi nelle due principali piazze del paese, Sant’Agata e Largo Vescovado dalle 9,00 alle 13,00 per svuotare l’olio contenuto nelle taniche in un apposito contenitore mobile fornito dalla ditta Papaecologia. L’olio sarà poi smaltito e riciclato, evitando qualsiasi danno per l’ambiente e il mare. Nel 2010 sono stati recuperati circa 3500 litri e il comune di Massa Lubrense ha ricevuto una menzione speciale da Legambiente per la raccolta degli oli alimentari esausti.

 

Clicca qui per scaricare la locandina PDF

manifesto calendario olii esausti maggio
Documento Adobe Acrobat 109.2 KB

CLICCA QUI  per conoscere i dati della raccolta differenziata del Comune di Massa Lubrense e di tutti i Comuni della Provincia di Napoli e Salerno

MODULISTICA per conferire rifiuti differenziati al Centro di Raccolta  Comunale

Prenotazione telefonica ritiro materiali ingombranti

Telefonare il mercoledì dalle 9,00 alle 13,00

0818780630

NOTIZIE

ReteAmbiente

Parlamento Ue, ok agli emendamenti all’Accordo di Bonn (gio, 28 gen 2021)
Approvati dal Parlamento Ue i due emendamenti all'Accordo di Bonn in materia di lotta contro l'inquinamento atmosferico nel Mare del Nord ed estensione del suo ambito di applicazione alla Spagna. Aggiornamento normativo - Acque - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Abbandono rifiuti, curatore fallimentare obbligato a rimozione e ripristino (Wed, 27 Jan 2021)
L'onere di ripristino e di smaltimento dei rifiuti ex articolo 192 del Dlgs 152/2006, secondo l'Adunanza plenaria del CdS, ricade sulla curatela fallimentare e i relativi costi gravano sulla massa fallimentare. Aggiornamento normativo - Rifiuti - Leggi l'articolo »
>> leggi di più

Rinnovabili

Abbiamo 5 anni per fermare la deforestazione in Amazzonia (gio, 28 gen 2021)
Già devastato il 18% dell’intero bioma. Gli scienziati fissano il punto di non ritorno tra il 20 e il 25%. Ai ritmi attuali, distruggiamo l’1% della foresta ogni 3 anni The post Abbiamo 5 anni per fermare la deforestazione in Amazzonia appeared first on Rinnovabili.
>> leggi di più

Terna aderisce al Nasdaq Sustainable Bond Network (Thu, 28 Jan 2021)
L'operatore è la prima utility elettrica italiana ad aderire alla piattaforma gestita dal Nasdaq dedicata alla finanza sostenibile. The post Terna aderisce al Nasdaq Sustainable Bond Network appeared first on Rinnovabili.
>> leggi di più

Notizie Area Ambiente e Territorio

La rucola è un toccasana per la salute: tutti i benefici in uno studio del CREA (Fri, 15 Jun 2018)
17 nutrienti essenziali fanno della rucola un functional food
>> leggi di più

Approvato l’uso d’emergenza della zoxamide su lattughe, rucola, baby leaf e spinacio (Thu, 07 Dec 2017)
Ministero della Salute: accolta la richiesta di Coldiretti sull’uso d’emergenza della sostanza attiva zoxamide
>> leggi di più

Il consumo di suolo costa 400 milioni all’agricoltura (Thu, 07 Dec 2017)
Coldiretti sul consumo di suolo: la produzione agricola perde 400 milioni di euro all’anno con pesanti effetti dal punto di vista economico, occupazionale, ma anche ambientale
>> leggi di più

Biologico, la Riforma Ue affonda il settore (Thu, 07 Dec 2017)
Via libera del Consiglio Ue all’accordo sulle nuove norme per l'agricoltura biologica: il compromesso raggiunto non soddisfa Coldiretti
>> leggi di più

Flop Ogm in Europa, solo due paesi li coltivano ancora (Thu, 07 Dec 2017)
Coldiretti su dati Infogm: in Europa sono rimasti solo due Paesi a seminare organismi geneticamente modificati. la superficie coltivata nel 2017 cala del 4,3 %
>> leggi di più